Ecologia riproduttiva del torcicollo (Jynx torquilla) in un agroecosistema intensivo

ASSEGNATA

Outline del progetto

Il Torcicollo Jynx torquilla è un uccello della famiglia dei picchi fino a pochi anni fa ampiamente distribuito in una moltitudine di ambienti, anche agricoli, dell’Italia settentrionale. In anni recenti ha mostrato evidenti e preoccupanti segnali di declino non ancora spiegati in maniera soddisfacente, ma in buona parte imputabili ai cambiamenti delle pratiche agricole (intensificazione).

Questo Picide mostra alcune peculiarità se paragonato agli altri membri della sua famiglia: è un mirmecofago (quasi) esclusivo, ossia si nutre esclusivamente di formiche, non scava il suo nido dal momento che nidifica in cavità pre-esistenti ed è un migratore a medio-lungo raggio.

Nei vigneti ad alta intensificazione del fondovalle dell’Adige (Trentino) la specie nidifica ancora abbastanza diffusamente e con una certa abbondanza grazie a un sorprendente adattamento: si riproduce in tubi metallici utilizzati come travi nella struttura a pergola che caratterizza il tradizionale vigneto trentino.

Scopo del progetto

Lo scopo del progetto di tesi è quello di valutare il successo riproduttivo e alcuni parametri riproduttivi della popolazione di torcicolli nidificante nei vigneti intensivi del Trentino in relazione a variabili ambientali a scala di paesaggio (e.g. uso del suolo nei dintorni del nido), elementi della gestione agricola (es. effetto dei diserbi) e caratteristiche micro-climatiche del nido.

Area di studio

Lo studio sarà portato avanti nella Piana Rotaliana, un settore planiziale dell’alta valle dell’Adige Trentino, caratterizzata da coltivazioni intensive di vite e melo.

Modi e tempi

La tesi avrà inizio indicativamente a partire da metà marzo 2016, periodo in cui i Torcicolli arrivano nel sito riproduttivo e iniziano a cantare in maniera insistente per delimitare il proprio territorio. In una prima fase sarà necessario mappare i cantori per individuarne il territorio e quindi localizzare il nido. I nidi individuati saranno poi seguiti per studiarne i parametri riproduttivi nel corso della primavera e della prima parte dell’estate.

Per osservare l’interno dei nidi sarà utilizzato un endoscopio.

La tesi è rivolta a studenti della laurea magistrale di scienze naturali, biologia o affini. Non sono richieste competenze preliminari di ornitologia, ma un’ottima propensione a lavorare sul campo.

L’alloggio in Trentino è gratuito (foresteria attrezzata), la disponibilità di un’auto propria costituirà criterio preferenziale.

Responsabili del progetto

Il progetto è svolto all’interno del progetto di dottorato di Giacomo Assandri, svolto presso l’Università degli studi di Pavia e finanziato dal MUSE di Trento (resp. Paolo Pedrini, Mattia Brambilla, Giuseppe Bogliani).

Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sunday the 19th. Webmaster: Luigi Ranghetti | Cookie policy | Template by FreshJoomlaTemplates.com