Tesi triennale in ornitologia ed ecologia evolutiva (Spagna)

Il progetto è parte di una tesi dottorale ed è rivolto a chi vuole fare una’esperienza all’estero (Spagna) nel campo dell’ornitologia e dell’ecologia evolutiva, svolgendo sia una parte di lavoro di campo sia una di raccolta-analisi dati, ed eventualmente avere la possibilità di elaborare una tesina di laurea triennale/specialistica alla fine del percorso.
L’obbiettivo generale della tesi dottorale è quello di studiare le risposte adattative nei confronti della predazione e del parassitismo di cova (due delle interazioni biologiche più importanti e maggiormente studiate) e come questi due fenomeno possano relazionarci reciprocamente.
Le nostre specie di studio sono il Luì bianco (Philloscopus bonelli) e il Merlo (Tordus merula).
Più concretamente durante questa primavera lavoreremo con il Merlo per esaminare due tematiche:

  • Ottenere dei dati qualitativi sulla predazione di nidi presenti nella nostra area di studio.
    Questo primo obiettivo si svilupperà mediante l’utilizzo di videocamera 24 h ad infrarosso, posizionate nei pressi del nido. Una volta terminata la stagione di campo si procederà ad analizzare i video ed i casi di predazione registrati.
  • Cercare di capire se le femmine di Merlo sono in grado di trasmettere ai pulli, attraverso gli effetti materni mediati dalle caratteristiche delle uova, le informazioni riguardanti le condizioni ambientali esistenti nel momento in cui nascano. In particolare vogliamo testare la trasmissione d’informazioni in ambiente soggetto ad un maggior rischio di predazione. Si tratta quindi di manipolare il rischio di predazione durante la fase anteriore alla deposizione delle uova e ricavare dall’analisi del loro contenuto una serie di parametri fisiologici che indichino la percezione del rischio di depredazione nelle femmine durante tale periodo. La nostra ipotesi è che questo comportamento si sia evoluto per preparare i pulli ad affrontare tali condizioni ambientali (maggior rischio di depredazione) una volta che le uova si schiudano.

 

Partecipando a questa esperienza il potenziale candidato lavorerà in un’area di studio (Valle de Lecrìn) a sud di Granada (Spagna) assieme ad altri ricercatori. Non si richiedono particolari capacità fisiche, ma un buon impegno nel passare diverse ore del giorno all’aria aperta ed essere pronti a camminare e a trasportare materiale da un nido all’altro.  In compenso si lavorerà in un posto molto bello, in aranceti e limoneti, dove oltre ai Merli si possono vedere moltissime specie di passeriformi e non solo. Una previa esperienza nell’utilizzo di reti e nella manipolazione dei volatili sarà valutata positivamente, ma non costituisce un pre-requisito per partecipare.

Il campo inizierebbe i primi di aprile, mentre l’elaborazione dei dati sarà svolta nel corso dell’estate-autunno.

Qualora il candidato fosse interessato anche all’elaborazione dei dati raccolti per lo svolgimento della tesi, si sceglierà quale tema affrontare e ci si metterà d’accordo sulle tempistiche. 

Per qualsiasi chiarimento o dubbio, non esitate a scrivermi (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Saturday the 23rd. Webmaster: Luigi Ranghetti | Cookie policy | Template by FreshJoomlaTemplates.com